Nel video l'albero più alto del mondo, fatto di Luminarie, a Scorrano sino al 6

Lalbero più alto del mondo, fatto di Luminarie
Nel video l'albero più alto del mondo, fatto di Luminarie, a Scorrano sino al 6 - LUMINARIE DE CAGNA  (SEBA)

Foto: Natale 2014 Scorrano, l'albero più alto del mondo fatto di solo Luminarie.

Scorrano 2014

Titolo dell’installazione: Il Sacrificio

DESCRIZIONE DELL’OPERA

La struttura luminosa ha come elemento principale una mastodontica Croce che segna l’entrata d’un lungo corridoio dall’andamento spigoloso. L’imponente simbolo Cristiano sembra quasi staccarsi dalla parete luminosa frontale tramite l’efficace effetto tridimensionale che garantisce l’impressionante sensazione che l’intera forma luminosa avanzi verso lo spettatore esortandolo ad entrare.

I due bracci della Croce appaiono come sospesi nel vuoto grazie ad un’ intricata ed ingegnosa struttura di pali lignei; questi ultimi mantengono in asse tutti gli elementi senza l’utilizzo di sostegni antiestetici sulla parte visibile del frontone.

Posti ai lati dell’entrata due porticati gotici sui quali si aprono due finestre con archi a tutto sesto dalle quali si delinea verso la parte superiore lo sfondo della parete a croce. L’intero emblema è segnato da un susseguirsi di rombi che si ripetono all’interno della facciata luminosa con una croce più piccola centrale i quali bracci tutti della stessa dimensione accolgono quattro gigli luminosi a cuore ed un rosone centrale con tre cerchi concentrici.

Il Cerchio fulcro dell’intera opera rappresenta la perfezione, l’armonia, tutto ciò che non ha inizio né fine, il ciclo perenne della vita e quindi richiama nella sua continuità il cielo e la spiritualità.

Proprio quest’ultimo è il concetto attorno al quale si sviluppa l’intera opera, un ritorno alla religiosità alla purezza dello spirito, all’umiltà dell’essere uomo. Nella società contemporanea infatti la gente ha modificato il suo essere interiore diventando parte d’un mondo arido legato solo a bisogni materiali pieni di necessità superflue. La vita frenetica piena di impegni costringe inoltre l’essere umano all’utilizzo quasi ossessivo di una tecnologia ormai viva che rende schiavo il suo stesso creatore. Il messaggio emerge chiaro anche dalle linee pulite e semplici, prive di ornamenti, dando un taglio netto con le tradizionali luminarie che si caratterizzavano invece per la ricerca di forme barocche sempre più sfarzose.

Oltre la Croce segnano il passaggio luminoso due alte spalliere realizzate con porticati ad arco posti a serpentina, alternati da esili colonne sormontate da mezzi rosoni floreali. Sullo sfondo della strada un’altra croce bidimensionale che richiama quella d’entrata a chiusura dell’intera realizzazione.

A livello simbolico lo spettatore attraversa la prima grande croce come dopo la nascita l’uomo accoglie Dio dentro di se grazie al Battesimo, il percorso tortuoso che la gente attraversa è sinonimo delle difficoltà che bisogna superare sulla strada della vita, lungo la quale solo “il Sacrificio” al quale tutti noi dobbiamo sottoporci per ritrovare noi stessi potrà guidarci verso la redenzione dello spirito.

 DESCRIZIONE TECNICA DELLA STRUTTURA

L’opera realizzata con luminarie in legno e lampadine a led è composta nella parte iniziale da un frontone a croce tridimensionale alto complessivamente 29.70m e largo 20.20m

L’elemento 3D della croce è profondo 2.35 ed accoglie al suo interno una croce più piccola di 15.50m x 15.50m che racchiude tre cerchi concentrici rispettivamente di 5.60m, 3.80m e 1.40m.

Ai lati della croce due spalliere gotiche sormontate da finestre con archi a tutto sesto larghe 6.10m e alte 14.25m lasciano spazio al centro del frontone un varco verso la strada di 6.60m x 10.50m.

Le due spalliere laterali lunghe complessivamente 65m sono realizzate tramite 13 porticati da 4.30m e alti 9.50m posti a zig zag ed alternati a 12 colonne di 70cm x 13.30m di altezza con mezzi rosoni floreali.

A chiusura dell’intera installazione una croce  2D larga 10.40m e alta 16.30m

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Valencia

Allestimento Falla Sueca Literato Azorin 

Da Porta a Porta

 

La maestosa struttura di luminarie firmata De Cagna realizzata quest’anno per Falla Sueca Literato Azorin vuole rendere omaggio alla famosa Porta Dell'antica Muraglia 

Dichiarata monumento storico artistico Nazionale nel 1931 e riconosciuta per il suo alto valore estetico, che fa di questo edificio il miglior esempio di architettura militare del XIV secolo.

Le “Torres De Serranos” sono le imponenti torri che fanno da ingresso ad una delle più conosciute porte della muraglia medioevale cristiana di Valencia, ubicate nelle vicinanze del ponte “de los Serranos” simbolo del potere della città di Valencia.

Quest’opera è senz’altro  uno dei luoghi turistici più importanti di Valencia anche perché dedicata alla “Crida” quando appunto la regina della Fallas, la Fallera Mayor, invita tutti i valenciani e tutta la gente presente a visitare Valencia partecipando alla festa popolare denominata "Las Fallas" di Valencia.

Proprio per questo motivo oltre che per la magnificenza della sua architettura e per l'elaborata ornamentazione, la porta è stata la principale musa ispiratrice per la realizzazione del frontone principale posto all’ingresso della falla, dando origine così al titolo del tema centrale della creazione De Cagna “da Porta a Porta” per sottolineare non solo il percorso che la gente compie attraverso le due porte di ingresso, quella storica e quella riprodotta con le luminarie, ma per dare soprattutto forza all’idea di un ripetersi della memoria storica di un paese che avviene attraverso “la festa” occasione di scambio culturale ed artistico protratto nel tempo dalla città di Valencia.

L’intera opera De Cagna rispetta e richiama lo stile spagnolesco mantenendo viva la filosofia del quartiere Ruzafa dove la storia locale è rimasta intatta nelle costruzioni architettoniche e ha dato vita negli ultimi anni grazie allo stabilirsi di artisti d’ogni generazione e cultura ad una combinazione di stili creativi variegati che si sviluppano dall’artigianato locale all’arte in un continuo fermento di idee.

La realizzazione complessivamente consta di 774868 lampadine a led dai colori sgargianti dando origine ad un’ equilibrata mescolanza cromatica che ben si adatta allo stile spagnolo, ricco e sfarzoso, accentuato anche nelle forme e nei decori che si ritrovano in tutta la struttura. Le torri di ingresso cilindriche danno spazio al motivo centrale, un’enorme rosone barocco dove fiori e foglie si susseguono in cerchio attirando l’occhio verso il punto focale dell’intera opera dal quale si apre poi la visuale prospettica data dalle due spalliera poste a zig zag lungo la falla fino ad incontrare la fitta galleria a tre navate in stile gotico. L’incrocio contrassegnato da quattro grandiose spalliere con rosoni secenteschi aprono verso le strade laterali dove un susseguirsi di archi con tocchi floreali chiudono l’intero allestimento. 

Quando l’Arte incontra la Luce

Il Maschio Angioino: la nuova opera firmata De Cagna 

Anteprima Mondiale

venerdì 5 luglio 2013

Ore 21.00

Scorrano (Le)

Non ci sono limiti all’originalità delle realizzazioni dell’azienda L.C.D.C. Luminarie Cesario De Cagna di Giuseppe De Cagna & Fra.lli da Maglie (Le). Quello che credevi impossibile fino a qualche anno fa, grazie all’ingegno, alla tecnologia e all’artigianalità, diventa realtà. Succede che dopo la Tour Eiffel, la Torre di Pisa, il Tunnel Spazio Temporale (ideale riferimento al Ponte di Einstein-Rosen), la Cupola, il Tower Bridge ecco arrivare il Maschio Angioino.

Castel Nuovo, meglio noto come Maschio Angioino, è uno storico castello medievale e rinascimentale, nonché uno dei simboli della città di Napoli e d’Italia. La sua costruzione si deve all'iniziativa di Carlo I d’Angiò, che nel 1266, sconfitti gli Svevi, salì al trono di Sicilia e stabilì il trasferimento della capitale da Palermo alla città partenopea.

La maestosa opera firmata De Cagna la si può ammirare in occasione dei festeggiamenti patronali in onore di Santa Domenica che, dal 5 al 9 luglio, rendono Scorrano la capitale mondiale delle luminarie.

Solo alcuni dati per comprendere la maestosità di questa struttura che non ha precedenti: 300 pali per sorreggere il progetto; 250.000 lampade a Led per un consumo energetico pari a 70 KW; sei torri centrali alte 24 metri e altre quattro alte 21 metri; 100 canali per l’accensione musicale. Tra le novità assolute, invece, l’utilizzo di 15.000 lampade a led per la realizzazione delle luminarie a basso rilievo mai utilizzate fino ad oggi; una galleria medioevale, montata in modo sospeso senza pali di scarico a terra; 600 metri quadrati di stoffa per la proiezione del video mapping.

Una  nuova frontiera dell’arte e della tecnologia, il video mapping consiste nel proiettare “immagini” in computer grafica su superfici reali, ottenendo spettacolari effetti di proiezione 3D. Una tecnica di proiezione evoluta, che trasforma qualsiasi tipo di superficie in un display dinamico. Tramite appositi software si creano delle animazioni, delle immagini, video e giochi di luci talmente customizzati che “giocando” con la superficie sulla quale vengono proiettati, sono in grado di stupire il pubblico lasciandolo, letteralmente a bocca aperta. Attraverso il videomapping, le proiezioni animate, riescono ad ingannare la percezione visiva dello spettatore a tal punto, da non fargli più distinguere la realtà dalla finzione.

Anche quest’anno, il progetto di De Cagna lo si può ammirare in tutta la sua bellezza percorrendolo da una torre all’altra e passeggiando sulle luminarie nella parte centrale.

Con questa nuova struttura, l’azienda salentina, che esporta il “Made in Italy” in tutto il mondo, continua la sua strada tutta in ascesa, non finendo mai di stupire con le sue meravigliose strutture. I suoi allestimenti, non si ripetono mai e non cadono nella banalità; anzi, tutt’altro. E’ proprio questa la forza che contraddistingue la famiglia De Cagna: maestria, professionalità e passione verso il proprio lavoro che è arte. Un’arte unica e riconoscibile. Ovunque.

 Un’arte che diventa sempre più ingegnosa e rivoluzionaria che passa dalla tradizione all’innovazione, grazie anche all’utilizzo di una luce pulita e moderna capace di risparmiare notevolmente, rispettando, quindi, l’ambiente.

Un’arte che non dimentica il passato ma che lo reinterpreta e lo rispetta con amore e dedizione. Il buio della notte, è tinteggiato da colori, merletti che disegnano il cielo nei giorni di festa. Rappresentazioni che cambiano, che si evolvono costantemente ma che rispettano, allo stesso tempo, una tradizione che ogni giorno porta la famiglia De Cagna a raggiungere successi senza precedenti con un unico scopo: far sognare. E il sogno diventa un percorso emozionale capace di stupire. Chi mai avrebbe immaginato che un giorno di sarebbe potuto camminare sulle luminarie? Ecco, i sogni a volte diventano realtà. E l’azienda De Cagna si fa portatrice di questi sogni, realizzandoli in tutto il mondo. Perché sognare è possibile.

G.P.

 

IL TOWER BRIDGE: UN’ALTRA OPERA TARGATA DE CAGNA

Walk on the light of Tawer Bridge

Non ci sono limiti all’originalità delle realizzazioni della grande azienda L.C.D.C. Luminarie Cesario De Cagna di Giuseppe De Cagna & Fra. lli da Maglie (Le). Quello che credevi impossibile fino a qualche anno fa, grazie all’ingegno, alla tecnologia e all’artigianalità, diventa certezza e realtà. Succede che dopo la Tour Eiffel, la Torre di Pisa, il Tunnel Spazio Temporale (ideale riferimento al Ponte di Einstein-Rosen), la Cupola ecco arrivare il Tower Bridge.

Uno dei principali simboli di Londra, preceduto soltanto dal Big Ben e affiancato da Trafalgar Square e dal London Eye, il Tower Bridge è un ponte mobile di Londra situato sul fiume Tamigi. Il suo nome (che significa letteralmente "Ponte della Torre") deriva dal fatto che collega il distretto di Southwark alla Torre di Londra.

Ecco proprio quel ponte ammirato da migliaia di turisti ogni anno a Londra è diventato la nuova opera firmata De Cagna e dedicata a Sebastiano, figlio di Giuseppe, prematuramente scomparso tre anni fa.

Un’opera eccezionale che ha attirato l’attenzione mediatica di tutto il mondo, sia per la sua realizzazione che per la novità che ha rappresentato. Infatti, il ponte non solo si può ammirare in tutta la sua bellezza (grazie alla scelta di colori a led che lo rendono unico e raffinato), ma lo si può percorrere e attraversare da una torre all’altra. 

Solo alcuni dati per comprendere la maestosità di questa struttura che non ha precedenti: altezza delle torri 27 metri, larghezza 3,90 metri, altezza del ponte 15 metri, lunghezza 8.40.

Con questa nuova struttura, l’azienda salentina, che esporta il “Made in Italy” in tutto il mondo, continua la sua strada tutta in ascesa, non finendo mai di stupire con le sue meravigliose strutture. I suoi allestimenti, non si ripetono mai e non cadono nella banalità; anzi, tutt’altro. E’ proprio questa la forza che contraddistingue la famiglia De Cagna: maestria, professionalità e passione verso il proprio lavoro che è arte. Un’arte unica e riconoscibile. Ovunque. 

Un’arte che diventa sempre più ingegnosa e rivoluzionaria che passa dalla tradizione all’innovazione, grazie anche all’utilizzo di una luce pulita e moderna capace di risparmiare notevolmente, rispettando, quindi, l’ambiente. 

Un’arte che non dimentica il passato ma che lo reinterpreta e lo rispetta con amore e dedizione. Il Tower Bridge ne è la pura dimostrazione. 

Il buoi della notte, è tinteggiato da colori, merletti che disegnano il cielo nei giorni di festa. Rappresentazioni che cambiano, che si evolvono costantemente ma che rispettano, allo stesso tempo, una tradizione che ogni giorno porta la famiglia De Cagna a raggiungere successi senza precedenti con un unico scopo: far sognare. E il sogno diventa un percorso emozionale capace di stupire. Chi mai avrebbe immaginato che un giorno di sarebbe potuto camminare sulle luminarie? Ecco, i sogni a volte diventano realtà. E l’azienda De Cagna si fa portatrice di questi sogni, realizzandoli in tutto il mondo. Perché sognare è possibile.

G.P.

Valencia 2012

-Falla Sueca Literato Azorin-

 

Per il terzo anno consecutivo la ditta De Cagna Luminarie riesce a dare il meglio di se attraverso la realizzazione di un progetto ricco e maestoso in occasione dei festeggiamenti per la Falla 2012 di Valencia, aggiudicandosi così il

 

"PRIMO PREMIO de Calles illuminadas CATEGORIA A".

 

L'intera opera ispirata alla città di Parigi, consta di ben 190.000 microluci e 310.000 lampade a led di nuova generazione per un totale di 500.000 luci con un rispettivo consumo di soli 95Kw, (un evidente risparmio energetico rispetto all'ormai sorpassata luminaria ad incandescenza), ormai scelta del futuro il LED luce intensa e dinamica riesce a donare bagliori inaspettati, rendendo tridimensionali le opere De Cagna, colori nuovi e sgargianti, che ben si accostano agli estrosi disegni dei maestri luminaristi,  per un risultato ancora una volta senza pari, conveniente, brillante e pulita la luce che rispetta l'ambiente lascia tutti a bocca aperta.

 

L'ingresso alla famosa falla sueca Literato Azorin è segnato da due colossali torri sfavillanti a tre lati che innalzandosi per 23.00m fanno  da invito regale al corridoio luminoso lasciando spazio lungo il percorso a due lunghe spalliere con particolari 3d che donano profondità e movimento dando maggiormente rilievo all'effetto prospettico spezzato al centro dal fiore all'occhiello dell'intera creazione, la riproduzione di una straordinaria e scintillante Tour Eiffel  simbolo di modernità e progresso alta 27m e larga 9,40m ricoperta di lampade a led microluci e star flash, che ricordano realisticamente l'effetto scintillio della vera torre parigina. Più avanti una galleria geometrica con archi a sesto a acuto richiamo dell'ingresso alla cattedrale di Notre Dame, successivamente l'incrocio della falla anch'essa ispirata a Parigi è segnata da spalliere a tetto curvo verso l'interno, sormontate da un cadenzare di archi e nuvole; infine un susseguirsi di porticati a tre navate con fiori magenta che chiudono il percorso con un ultimo frontone alto 21.00m formato ad un porticato centrale e due laterali.



GLOW LIGHT FESTIVAL GHENT(BELGIO) INSTALLAZIONE TUNNEL DAL 26 AL 29 GENNAIO 2012
Gand è la prima città in Belgio per avere un piano completo di illuminazione progettato per questo. La Festa della Luce vuole portare il piano della luce sotto i riflettori e rivelano un assaggio del fascino unico e nascosti della città. Durante la Festa della Luce si può intraprendere un viaggio esplorativo lungo la pista invernale nel centro della città Gand e immergersi nelle esperienze più emozionanti della luce. Un gioco sottile di raggi che riflettono sulla superficie dell'acqua, proiezioni inaspettato sugli edifici, ombre poetiche che giocano nella penombra tra i tesori nascosti della città. Una quindicina di artisti di fama internazionale e light designer (tra cui la nostra azienda) vi condurrà nei giorni più bui dell'anno, lungo un percorso 6 km. Su alcuni luoghi unici, sia all'interno che all'esterno, è possibile ammirare le opere degli artisti della luce.

Glow Light Festival 2011  Eindhoven  (Olanda) installazione Cupola  (LED)
Dopo il successo ottenuto nel 2010, risultando il progetto piu' apprezzato dell'intero festival, la Luminarie De Cagna viene riconfermata per il Glow Light Festival 2011, dove verra' installata la Cupola, interamente a LED, il festival si svolgerà dal 5 al 12 novembre 2011.
Il progetto verra' contraddistinto dal n.1 in virtù del successo dell' edizione 2010

KOBE LUMINARIE 2011 (GIAPPONE) DAL 01/12/2011 AL 12/12/2011
Per noi è un gradito ritorno in terra nipponica dopo tre anni d'assenza, e dove per la prima volta, per il Giappone e per Kobe Luminarie, installeremo una spalliera interamente a Led, in un punto della città, che non era stata mai allestita prima d'ora, quindi anche in Giappone porteremo questa novità del Led, nella speranza che sia di gradimento al comitato organizzatore, in modo che nel 2012, anche questa manifestazione si trasformi tutta a LED. Vi terremo informati nel corso del montaggio, con foto e video, le prime foto delle luminarie accese verranno inserite, alla fine di novembre.

GIUSEPPE DE CAGNA 

 

 

 

 

idee sogni trasformati in realtà

IL CASTELLO DEI SOGNI
idee sogni trasformati in realtà - LUMINARIE DE CAGNA  (SEBA)

 FOTO:APRI IL LINK CLICCANDO SULLA FOTO, DEL NUOVO MAGAZINE DI DE CAGNA LUMINARIE, TROVERAI ANCHE DEI VIDEO

Un’ Arte  chiamata  Luce
Ci sono sogni che raccontano storie e storie che raccontano sogni. Questa è una storia che fa sognare milioni di persone in tutto il mondo. Questa è la storia di Cesario  De Cagna e dei suoi figli Giuseppe, Ermes, Boris ed Herry. Insieme formano un’azienda che diffonde Luce in tutto il pianeta. La loro è una Luce differente, diversa, artistica. E’ un’Arte chiamata Luce. Già, perché Cesario con Giuseppe, Ermes, Boris ed Herry sono la L. C. D. C. ovvero “Luminarie Cesario De Cagna” con sede a Maglie, nel Salento. Sono la forza vitale di un’azienda che “diffonde” i suoi allestimenti avveniristici di Luce in tutto il mondo. La Luce è il soggetto principale dell’azienda. Il vero mezzo creativo in grado di evidenziare le perfette geometrie degli edifici e delle forme dell'arte. La Luce delle Luminarie De Cagna disegna e modella spazi, atmosfere, sensazioni. Emoziona, crea un immaginario carico di sfumature, di significati differenti, di pensieri. E’ una Luce che va oltre i naturali confini spazio – temporali. E’ una Luce che riesce a far sognare, grazie a suggestivi rapporti tra Luce ed Architettura, tra Luce ed Arte. Arte e Architettura: insieme affinché la Luce diventi una dolce poesia e non solo una mera funzione tecnica. Una Luce che ha origini remote, in quanto considerata l’arte più importante e soprattutto più particolare delle festività pugliesi, le luminarie appunto che - con “gallerie”, “frontoni”, “cassarmoniche”, “candelabri”, “spalliere” - addobbano le piazze, i corsi e le strade dei paesi nei giorni di festa. Una storia che fa sognare, si diceva. Una storia lunga che ha inizio nel 1930, quando le luminarie erano ancora a carburo o ad olio, in quanto non si usava l’energia elettrica. Fu il grande maestro Cesario ad illuminare piazze e strade per la prima volta, nel 1965,  con l’energia elettrica. Egli, affiancando il padre, portò un naturale rinnovamento nei sistemi di lavoro delle luminarie che rimasero sempre artigianali, ma diventarono più sfarzose grazie al disegno ed all’autonoma costruzione. Unico motivo ispiratore: il barocco leccese. La storia prosegue nel 1985, quando Cesario è affiancato dal figlio Giuseppe e le luminarie De Cagna vengono esportate in tutto il mondo per manifestazioni religiose o civili, sfilate di moda, allestimenti di negozi, centri commerciali e non solo. Nel giro di pochi anni, Cesario De Cagna, insieme ai figli, diventa ambasciatore del Salento in tutto il mondo grazie ad allestimenti di luminarie ad Houston Texas in America, in Giappone a Wakayama, Kobe e Tokyo, a Valencia, in Olanda, Parigi, Istanbul, a Busan in Corea del Sud, Daegu e Seoul, a Pyongyang in Corea del Nord, nelle più note località nel Nord Italia come il Quadrilatero della Moda a Milano. E tante altre località. Come Taipei City (capitale ed anche la maggiore città di Taiwan) dove l’azienda è stata chiamata per decorare strade e piazze in occasione del Capodanno Cinese 2011, realizzando un allestimento particolare e nel segno della tradizione con archi, rosoni e spalliere illuminate da migliaia di luci colorate, sostenute dai caratteristici pali in legno. Un allestimento che ha subito catturato l’attenzione dei cinesi e soprattutto dei media che hanno immortalato sui siti internet, in tv e sui quotidiani le maestose parature della ditta salentina. In particolare, la  L. C. D. C. si presenta, dando il meglio della propria professionalità, ad Eindhoven, in Olanda, per il “Glow Light Festival” ed a Valencia, in Spagna, per la “Fallas Sueca”. Qui, professionalità, maestria, arte e passione diventano un tutt’uno per “regalare” emozioni che non si riescono a descrivere con le parole. Allestimenti che rimangono nella storia dell’arte delle luminarie, oggetto di tutti i media nazionali ed internazionali. Non solo Valencia e Eindhoven, ma anche Salento ed in particolare Scorrano, patria dei “maestri paratori” salentini. Qui, ogni anno, dal 5 al 7 luglio, in onore di Santa Domenica si realizza una grande manifestazione di luminarie. Maestose ed imponenti strutture di luce artistica illuminano le vie principali e le piazze, richiamando migliaia di visitatori e turisti. L’edizione 2010, per Cesario ed i suoi figli è stato l’anno della svolta, il momento di raccogliere i frutti di una naturale, quanto necessaria, evoluzione di lavori tradizionali ma sempre al passo con in tempi, anticipando tendenze con professionalità e tanta tecnologia. L’allestimento realizzato è stato maestoso, imponente, mai invadente, al contrario, fine, delicato ed elegante con ricami, tessuti di luce, colori armonici su lampadari e spalliere. Un allestimento radicato nella scuola di una vita ma che ci riporta all’arte salentina, legame indissolubile, ma con uno sguardo profondo al futuro. E’ questa la storia che fa sognare, oggigiorno, milioni di persone in tutto il mondo. E’ questa la storia di Cesario, Giuseppe, Hermes, Boris ed Herry artisti e maestri della luce, grandi professionisti che con passione, amore e dedizione regalano emozioni, suggestioni e “poesie di luce”. Sempre. 

G.P.
 

 

VIDEO ACCENSIONI MAGLIE 2014 BY DAVIDE DI BELLO

maglie 2014 * by Davide Di Bello
VIDEO ACCENSIONI MAGLIE 2014 BY DAVIDE DI BELLO - LUMINARIE DE CAGNA  (SEBA)

foto: MAGLIE 2014 


La LUCE è il soggetto della nostra azienda vero mezzo creativo in grado di sottolineare e far risaltare le geometrie degli edifici e le forme dell'arte, il soggetto attivo di un linguaggio espressivo variamente modulato e plasmabile. E' un segno carico di significati, in grado di trasmettere un universo di emozioni, sensazioni, vibrazioni e pensieri. E' un potente mezzo di espressione di suggestioni spaziali e temporali, azioni e stati d'animo. La luce disegna e modella spazi, atmosfere, profondità strutturandosi come elemento costruttore di luoghi, tempi e rapporti. Nostro intento è scandagliare i rapporti tra luce e architettura, tra luce e arte, ognuna aiuta l'altra a rivelarsi, e per questo la nostra azienda è capace di farne un uso poetico e non solo funzionale, attraverso artisti capaci in questo.

La nostra azienda, sempre attenta al rispetto dell'ambiente e al risparmio energetico, con la presentazione a SCORRANO, il 5/6/7 luglio, della nuova lampada a 3 LED (disponibile anche a 2 LED), termina il cammino iniziato nel 2006, anno in cui abbiamo realizzato il primo allestimento (una galleria) tutta a LED, con il raggiungimento di risultati veramente inaspettati, soprattutto quello che concerne la luminosita della lampada a LED a luce calda (WARM WHITE), raggiungendo quasi la stessa intensità della lampada ad incandescenza. Quindi terminato il processo di sviluppo della lampada a 3 LED, processo che non viene abbandonato ma seguito sempre con la stessa attenzione, inizia il processo di sostituzione della lampada ad incandescenza sulle propie strutture. Le nuove strutture, come laTORRE di PISA, che verrà presentata a SCORRANO, verranno direttamente installate le lampade a LED, mentre le strutture già esistenti, vengono aggiornate un poco alla volta, in modo da permetterci, nel 2010, di allestire un evento o una manifestazione(festa)  tutta a LED, ad esempio una manifestazione da 160.000lampade, che con la tradizionale lampada ad incandescenza, produce un consumo energetico di 800Kwt., dal 2010 siamo in grado, con la nuova lampada a LED di consumare 70Kwt., un risultato, che nel campo dellaluminaria tradizionale salentina, ci apre nuovi scenari sino a ieri impensabili, con problematiche di gran lunga inferiori da affrontare nella realizzazione di un evento o manifestazione, chiamato FESTA.
Caratteristiche della lampada a LED:
mantenimento della stessa forma della vecchia lampada, funzionamento con la stessa rete elettrica e avvitamento sulla stessa portalampada, possibilità di utilizzo a 14V con solo un piccolo accorgimento o modifica dell'impianto, in questo modo risolvendo il probblema sulla sicurezza, altro problema che riguarda il mondo della luminaria, effetto ottico decisamente migliore, in quanto i colori sono reali e non ottenuti attraverso aggiunte di plastiche colorate.
Vantaggi della lampada a LED:
maggiore durata (incandescenza 4000h - LED 70000h) - manutenzione zero - minor consumo energetico 90% in meno - usura lampada zero - maggior resistenza agli urti grazie al bulbo in plastica.
NOTIZIE: la lampada viene assemblata da noi in Italia

 


 

VIDEO ACCENSIONE CON MUSICA E FUOCHI SCORRANO 2012

VIDEO ACCENSIONE CON MUSICA E FUOCHI SCORRANO  2012 - LUMINARIE DE CAGNA  (SEBA)

Abbiamo ampliato la gamma dei nostro articoli, inserendo soggetti veramente unici, soprattutto sono aumentati gli articoli a Led, che rispettano molto di più l'ambiente, dove ormai da anni la nostra azienda rivolge particolare attenzione. Inoltre possiamo realizzare articoli personlizzati, soddisfando qualsiasi vostra richiesta e dei vostri clienti.

ACCENSIONE MUSICALE SAN CASSIANO (LECCE) 2012

ACCENSIONE MUSICALE SAN CASSIANO (LECCE) 2012 - LUMINARIE DE CAGNA  (SEBA)

 

FOTO:  WPSTORE DI VERONA NATALE 2011
WP STORE di ROMA
ecco un'altra importante, e soprattutto originale installazione della nostra azienda, che va ad aggiungersi alle varie altre installazione che non riguardano tipicamente le feste patronali. Dopo il lampadario a New York presso il ristorante " Il Matto", la pizzeria Luigia a Ginevra, e il WPSTORE di Roma, ecco l'installazione del BAR CASTELLO a Corigliano d' Otranto (Lecce).

 

The most important embodiments carried out by the company De Cagna Illuminationsover the years throughout the world.

 

Houston (USA) – Manifestazione “Italy in Houston” 1987

Ferrara (ITA) – Manifestazione “Città in Festa” 1992

Milano (ITA) – Manifestazione “Carnevale Ambrosiano” , “Festa dei Folli” 1994

Valona (ALB) – Manifestazione “Festa della Liberazione” 1994

Wakayama (JAP) – Manifestazione “Festa dei Sogni e della Luce” 1995

Kobe (JAP) – Manifestazione “Kobe Luminarie” 1995/1996/1997/1998/1999/2002/2003/2004/2006

Cesano Boscone Milano (ITA) – manifestazione “Festa del Santo Patrone” 1996

Palermo (ITA) – Manifestazione festa “Santa Rosalia”1996

Tokyo (JAP) – Manifestazione “Tokyo Millenario” 1999/2000/2001/2003

Lisbona (POR) – Manifestazione “Festa dell’Oceano” 2000

Spoleto Perugia (ITA) – Manifestazione “Spoleto 2000” 2000

Torino (ITA) – Manifestazione “Festa della Cioccolata” per Caffarel 2000

Perugia (ITA) – Manifestazione “Festa della cioccolata” per Caffarel 2000

Luino Varese (ITA) – Manifestazione “Festa dei S.S. Pietro e Paolo” 2000

Cesano Maderno (ITA) – Manifestazione “Echi del Salento” 2003

Instambul (TUR) – Allestimento “Shopping Center Akmerkeze” 2003

Parigi (FRA) – Allestimento “Shopping Center Lafayette” 2003

BUSAN (SUD KOREA) – Manifestazione “Busan Millenarie Festival” 2004

Santeramo in Colle Bari (ITA) – Allestimento “Natale 2004” 2004

Lecce (ITA) – Manifestazione “Natale in Piazza” 2004

Milano (ITA) -  Allestimento “Ars Magna” per Ente Fiere Milano 2005

Milano (ITA) evento 10° anniversario Richmond – Rotonda della Besana  2006

Milano(ITA)  – Natale 2006 Gruppo Ligresti cena natalizia

Milano(ITA)  – Natale 2006 Gruppo Mondadori cena natalizia

Daegu (SUD KOREA) – Manifestazione “Festa delle Luminarie” 2006

Seoul (SUD KOREA) – Allestimento “Shopping Center Shinsegae” 2006

Pyongyang (NORD KOREA) – Manifestazione “The 24h April Spring Friendship Festival” 2009 

Seoul (SUD KOREA) – Manifestazione “Luce Vista” 2006/2007

Yongin (SUD KOREA) – manifestazione “Notte della Luna piena” 2007

Lecce (ITA) – Evento Tv “Premio Barocco” 2007/2008

Milano (ITA) – Allestimento stand “Fiera del Mobile” per Minotti Italia, collezione Moco 2008

Milano (ITA) – Allestimento scenografico “Tod’s Party” 2008

Lecce (ITA) – Allestimento negozio “libreria Liberrima” 2008

Firenze Stazione Leopolda (ITA) – Allestimento scenografico “Sfilata Woolrich” 2008

Valencia (SPA) – Allestimento “Natale di Valencia” 2009/2010

Bologna (ITA) – Allestimento natalizio“WP Store” 2009/2010

Cortina (ITA) - Allestimento natalizio“WP Store” 2009/2010

Viagrande Catania (ITA) – Manifetazione “Festa di San Mauro” 2010

Valencia (SPA) – Evento “Falla 2010” in onore di San Giuseppe 2010

Ginevra (SVI) – Allestimento permanente “Pizzeria Luigia” (1)  2010

Valencia (SPA) – Evento “Falla 2011” in onore di San Giuseppe  vincitori Primo Premio Categoria A

Eindhoven (OLA) – Evento “Glow Light Festival” 2010/2011

Roma (ITA) – allestimento permanente Negozio WP via San Sebastianello 2012

Ghent (Belgio)- Evento Glow Light Festival 2012

Valencia (SPA) – Evento “Falla 2012” in onore di San Giuseppe  vincitori Primo Premio Categoria A

Gerusalemme (Israele) evento Gerusalemme Festival Light dal 6 al 14 giugno 2012

Ginevra (SVI) – Allestimento permanente “Pizzeria Luigia” (2) - 2012

Napoli (ITA) - Festa della Piedigrotta dal 7 al 16 settembre 2012

Padova (ITA) - Natale 2012 Piazza Prato della Valle, albero da 23m.

Eindhoven (OLA) Plaza Market, EINDHOVEN ON ICE 2012 dal 14 dicembre al 6 Gennaio

Santeramo in Colle (BA)- Natale Natuzzi 2012

Valencia Sueca (SPA) – Evento “Falla 2013” in onore di S. Giuseppe  vincitori 2' Premio Categoria A

Valencia Malvarrosa (SPA) – Evento “Falla 2013” in onore di San Giuseppe  vincitori 4' Premio Categoria A

Brussels (Belgio) Festival des Lumières 31/10/2013 3/11/2013 Torre di Pisa

Hong Kong (HK) Starlight Romance New Town Plaza 11/11/2013 05/01/2014

SIBIU (ROMANIA) -  Sibiu Lights and More 13/14/15 DICEMBRE 2013

PISTOIA - LumInarte 2013 Pistoia Christmas in Light

Valencia F. Sueca (SPA) – Evento “Falla 2014” in onore di S. Giuseppe  vincitori 1' Premio Categoria A

GERUSALEMME (Israele) - Gerusalemme Light Festival dal  11 al 19 Giugno 2014

BILBAO (SPAGNA) - Noche Blanca 14 giugno 2014

Leverano (LE)- Birra e Sound dal 2006 al 2014 

VIDEO 2014

 

STORIA DELLE LUMINARIE